Organizzazione Per un'Economia Solidale

Cambiamo il mondo. Finalmente!

Ora o mai più. Il momento che stiamo attraversando è particolarmente difficile ma rappresenta anche una, forse unica, opportunità per sviluppare un nuovo modello sociale ed economico.

È sotto gli occhi di ognuno quanto sta accadendo. Davanti a noi abbiamo due facoltà: la prima è stare alla finestra a vedere come finirà la distruzione di questo meraviglioso paese, la seconda è rimboccarsi le maniche, resistere a tutte le misure liberticide, sviluppare la resilienza e organizzare la ripartenza.

Io ho scelto la seconda e mi piacerebbe che anche tu contribuissi a questo grande progetto.

Cosa vogliamo fare è molto semplice: un mondo nel quale l’uomo, la natura, gli animali siano rispettati. Un mondo nel quale si produce in modo più sano, si spreca di meno, si lavora con serenità, si rispettano gli anziani, si assistono i diversamente abili, si difendono i bambini che rappresentano il nostro futuro.

Il progetto è già partito, ora dobbiamo cambiare marcia, dobbiamo diventare più veloci perché se perdiamo questa occasione probabilmente non ne avremo altre per i prossimi 50 anni.

Per raggiungere velocemente l’obiettivo abbiamo bisogno di competenze, di professionisti, di combattenti pronti a guidare il nuovo. Abbiamo bisogno di risorse: umane ed economiche.

Per questo abbiamo costituito un Comitato specifico che abbiamo denominato “OPES”. In latino opes significa ricchezza, abbondanza ma è anche l’acronimo di Organizzazione per la Promozione di un’Economia Solidale.

Se vuoi essere tra i promotori di un nuovo modello sociale ed economico, se non sei disposto ad abbassare la testa di fronte alle vessazioni del sistema diamoci una mano. Mi piacerebbe che tu facessi parte di questo grande progetto che vuole creare un nuovo paradigma, che vuole promuovere la Felicità, diritto inalienabile dell’uomo.

Facendo click qui troverai un modulo di adesione e le modalità di versamento, potrai contribuire con una quota a tua scelta: 100, 500 o 1000 euro.

Con queste somme andremo a predisporre una Fondazione per gestire l’intero progetto, un Trust per tutelare il patrimonio di ogni aderente e una nuova moneta parallela che diventi un collante all’interno del circuito e ci permetta di non continuare ad essere sottomessi ad un sistema bancario usurario e scandaloso.

Grazie per la tua collaborazione!

Giacinto Cimolai